Scopa a vapore:funzionano veramente?

Ci sono delle faccende all’interno di una casa di cui proprio non si può fare a meno. Soprattutto quando ci sono degli animali domestici o dei bambini molto piccoli abituati a gattonare o a mettere in bocca qualsiasi cosa capiti loro a tiro, l’igiene dei pavimenti e della casa in generale, assume una connotazione fondamentale.

Per tutti coloro che si mostrano sensibili al problema dell’igiene, l’evoluzione degli elettrodomestici ha portato alla ribalta l’utilizzo del vapore come rimedio alternativo al vecchio mocio con detersivo. In realtà l’utilizzo del vapore non è recente in ambito domestico, ma la costruzione di nuovi prodotti più economici ed ergonomici ha ridato un nuovo impulso a tutto il settore. Vediamo quindi di capire cos’è una scopa a vapore, se funziona realmente e quale sia la scopa a vapore migliore.

La scopa a vapore è un elettrodomestico che ricorda un pò un aspirapolvere a manico ma, a differenza di quest’ultima, invece che aspirare, emette un getto di vapore che scioglie lo sporco ed igienizza le superfici. Essa è dotata quindi di un serbatoio per l’acqua, un termostato che controlla la temperatura, una valvola che ne controlla la pressione e un un tubo o una bocchetta alla quale è possibile agganciare una vasta gamma di accessori.
Detto questo, cerchiamo di capire se le scope a vapore funzionino veramente e se valgono il loro prezzo.

Ovviamente le pubblicità tendono ad esaltare il loro potenziale promettendo dei risultati eccezionali. Nella realtà le cose sono leggermente diverse, anche se molto dipende dalla qualità del prodotto e dal tipo di superficie da pulire. Se ad esempio la pulizia e l’igienizzazione di pavimenti, vetri e piastrelle è in genere molto buona, quasi nessun modello si dimostra particolarmente efficace nella pulizia profonda di tappeti e moquette.
Un punto a favore è sicuramente il loro impatto ecologico: il solo utilizzo di acqua evita i possibili impatti ambientali dei vari detergenti. A questo proposito è bene fare attenzione alla grandezza del serbatoio. Un serbatoio troppo grande infatti può far consumare molta energia elettrica, un serbatoio troppo piccolo, viceversa, può risultare più efficiente in termini di consumi ma potrebbe costringervi a diverse ricariche.

Un’opzione davvero comoda è quella montata sui modelli più performanti. Consiste nell’emissione, tramite un tasto apposito, di un getto di vapore più potente per alcuni secondi. Questo si rivela essere decisamente utile per le macchie più ostinate.
Infine, vogliamo ricordare l’importanza di una scopa leggera e maneggevole. Indispensabile per poter essere utilizzata in ambienti più o meno grandi.
La scopa a vapore quindi conferma di essere un ottimo prodotto. Non è esente da difetti ma sicuramente, la grande varietà d’offerta e di marche disponibili, fanno si che si possa trovare facilmente la scopa adatta alle proprie esigenze.